Travel Hacks: Dove gustare i piatti della cucina tipica milanese

In una città come Milano dove è possibile trovare un vastissima varietà di ristoranti per tutti i gusti e generi, una domanda sorge spontanea: dove poter trovare dei ristoranti dove si possono gustare i grandi classici, tradizionali o rivisitati, della cucina milanese?

Contraste

Più che un ristorante, Contraste assomiglia ad una casa. Stucchi alle pareti, soffitti alti, arredi di design, tavoli ben distanziati e atmosfera davvero piacevole. Il ristorante guidato dallo chef Matias Perdomo ha già fatto molto parlare di sé.

Un citofono lungo la strada, poi l’ingresso in un cortile in stile “vecchia Milano” su cui si affaccia un vecchio show-room allestito con una decina di tavoli e una trentina di coperti. Cucina a vista e una piccola toppa nella porta dalla quale si può spiare il lavoro dello chef. La tavola accoglie piatti dove i sapori della tradizione vengono rivisitati nelle forme e nell’aspetto, sempre pronti a stupire l’ospite.

Dovete fare colpo con dei clienti o con i vostri colleghi? Allora questo è il posto giusto, a soli 10 minuti a piedi dalla Residenza Ascanio Sforza, dove gustare una meravigliosa cena!

 

Sadler

Dopo una lunga giornata di lavoro siete stanchi e non avete voglia di attraversare tutta Milano? A due passi dal vostro appartamento non può mancare una cena fuori dall’ordinario al ristorante Sadler.

Confermate anche per quest’anno le sue due stelle Michelin grazie allo chef rinomato Claudio Sadler che, con la sua cucina creativa e accurata, si basa sulle tradizioni della cucina italiana regionale, di volta in volta reinventata secondo la propria personalità e l’amore per l’innovazione.

La stessa innovazione si ritrova anche nelle sue strumentalizzazioni utilizzate in cucina sempre all’avanguardia e in continua modernizzazione. Una cucina raffinata e curata nei minimi dettagli dove i piatti sono belli da vedere e ottimi da gustare.

 

Al Pont de Ferr

Tavoli di legno, tovagliette di carta e brusio che man mano aumenta. Un posto che all’apparenza può sembrare una normalissima trattoria dallo stile rustico, vi farà cambiare subito idea.

Dell’osteria che fu ne è rimasto solo l’involucro, grazie allo chef stellato Vittorio Fusari, che dal 2015 porta sui Navigli un approccio a una cucina che parte dal cuore, che sa sorprendere per gli innovativi accostamenti.

Il ristorante utilizza ingredienti di piccoli produttori dove materie prime biologiche, sostenibilità, rispetto per l’ambiente e attenzione al benessere degli animali sono le priorità.

 

Trattoria Madonnina

Dovete fare un pranzo veloce, vicino al vostro appartamento e non sapete dove andare? Avete trovato il posto giusto! La Trattoria Madonnina è famosa per la sua cucina lombarda in tutte le sue sfumature, il posto adatto per trascorre del tempo in un ambiente da osteria di campagna dove tutto si è fermato agli anni ’60 in un’atmosfera ormai difficile da rintracciare, specie per le vie di Milano.

Le pareti sono piene di richiami alla storia della città e, al bancone in stile trattoria di paese, uscendo, vien sempre voglia di chiedere un digestivo. I piatti della tradizione cucinati come se foste a casa vostra: qui la semplicità fa da padrona.

 

Alzaia 26

Caratteristico locale sui Navigli dalla cucina tipicamente meneghina,  lontana dalla tendenza del momento per la cucina etnica a tutti i costi, il ristorante Alzaia 26 è caratterizzato da un’atmosfera romantica e ricercata, resa ancora più accogliente dagli spettacolari soffitti in legno con travi a vista presenti in due delle tre sale.

Con l’arrivo della bella stagione i tavolini sul marciapiede apparecchiati con tovaglie a quadri bianche e rosse diventano una meta da conquistare. Famoso per la sua cucina sana e creativa, ha saputo imporre la sua filosofia “slow food” per poter offrire alla propria clientela un’oasi di pace e serenità nel cuore di Milano.

Non delude mai il risotto alla milanese con ossobuco, una vera e propria specialità. Cosa aspettate a fare un salto?

 

El Brellin

Passeggiando per i Navigli avete buttato l’occhio su un ristorante situato lungo il famoso Vicolo dei Lavandai ma non siete mai entrati? E’ la vostra occasione! Potete entrare in una casa del 1700 e ritrovarvi in un ambiente caldo con un’atmosfera d’altri tempi.

La cucina del El Brellin coniuga tipiche specialità milanesi con personali riletture di ricette tradizionali lombarde e altri piatti di ricetta culinaria, in linea con l’evoluzione del gusto e le esigenze di una clientela internazionale.

Il ristorante si presta a varie tipologie di eventi: pranzi e cene aziendali ma anche informali e conferenze stampa. Consiglio da veri intenditori: se andate per cena, non potete non concludere la serata con degli ottimi cocktail nei numerosi bar della zona.

 

Mica – Michetteria Milanese

Avete poco tempo per pranzare e non potete sedervi comodamente al tavolo, ma non volete rinunciare alla tradizione milanese? C’è un luogo a due passi dalla Residenza Ascanio Sforza che fa per voi! Un posto dove poter riscoprire una pietanza che sembra essere sparita dalle panetterie, Mica-Michetteria Milanese ha messo la famosissima michetta al centro della sua proposta.

Panificata in proprio su ricetta esclusiva la si trova con varie farciture per tutti i gusti. Ogni mese uno chef diverso interpreta la michetta: la prima è firmata Roberto Valbuzzi con lonza di maiale arrosto, cipolle caramellate, asparagi e salsa brie. Vi piace come idea? Andate a provalo!

 

La Residenza Ascanio Sforza, grazie alla sua posizione strategica, è a pochissimi minuti a piedi da tutti questi buonissimi ristoranti. Quindi, oltre ad una gustosa mangiata, potete fare una bella e sana camminata per godere del meraviglioso panorama e sopratutto per smaltire il tutto. Cosa volere di più?

Se avete già l’acquolina in bocca, non vi resta che prendere il telefono e prenotare un tavolo per voi, i vostri amici o i vostri colleghi. Buon appetito!