Travel Hacks: Visitare Milano in 48 ore

Travel Hacks: Visitare Milano in 48 ore

Di Milano si dice che vada scoperta lentamente, passo dopo passo, perché i suoi angoli più belli sono nascosti e segreti. La nostra missione è molto difficile: visitare una città vivace, ricca di storia e piena di eventi culturali interessanti in soli due giorni.

Per farlo avete sicuramente bisogno di una guida dettagliata e puntuale, scritta da chi la città la conosce e la ama. Pronti a partire?

Tipico tram milanese.

Giorno 1.

  • Navigli
  • Porta Ticinese
  • Duomo
  • Galleria Vittorio Emanuele
  • Teatro alla Scala
  • Quadrilatero della moda
  • Brera

Vi aspetta una giornata piena di attività, lunghe passeggiate per le vie del centro e tanti locali da scoprire, per cui il primo consiglio che vi diamo è di partire con una colazione abbondante (ricordate che negli appartamenti Residenza Ascanio Sforza troverete sempre le cialde per un ottimo e bollente caffè Nespresso e un breakfast kit a vostra disposizione).

A questo punto potete muovere i primi passi alla scoperta della città. Percorrete i Navigli direzione Darsena: vi consigliamo di fermarvi qualche istante in Vicolo dei Lavandai, per assaporare l’atmosfera unica di questo luogo dove, fino agli anni ’50, le massaie milanesi si riunivano per lavare il bucato.

Vicolo dei Lavandai sul Naviglio Grande

Proseguite tra le vetrine di Corso di Porta Ticinese fino al Duomo. Potete scegliere di andare a piedi e ammirare le mille botteghe e negozi oppure prendere uno degli storici tram che caratterizzano la città.

ll Duomo, con la sua maestosità, e la Madonnina, simbolo della città, vi lasceranno a bocca aperta.

Ma lo spettacolo non finisce qui: se volete vivere un’esperienza unica, vi consigliamo di salire sulle terrazze e godere del panorama. (per info su prezzi e orari cliccate QUI).

Il Duomo e le sue guglie

Fino dalla sua fondazione a metà dell’XIX secolo, è stata il ritrovo della borghesia milanese, tanto da essere soprannominata “Il Salotto della città”: stiamo parlando della Galleria Vittorio Emanuele, che unisce piazza del Duomo con Piazza della Scala. Percorretela ammirandone gli archi, le vetrate e le antiche insegne e ovviamente fermatevi a calpestare il Toro, rito scaramantico imperdibile per chi vuole visitare la città.

La Galleria Vittorio Emanuele

Usciti dalla Galleria, vi troverete in Piazza della Scala dove potrete ammirare uno dei teatri più famosi del mondo, progettato dall’architetto Giuseppe Piermarini.

Milano è considerata una delle capitali internazionali della moda, la meta più ambita per gli amanti dello shopping: il Quadrilatero della Moda è il quartiere perfetto per chi vuole scoprire il lato più glamour della città. Tra via Montenapoleone, Via della Spiga, Via Manzoni e Corso Venezia troverete tutte le boutique degli stilisti più famosi.

Quando le luci dei negozi si spengono e il traffico rallenta, Milano svela il suo carattere più vivace e divertente. Vi consigliamo di passeggiare per Brera e provare uno dei tanti ristoranti che propongono menù della tradizione meneghina, come il Fioraio Bianchi Caffè, un piccolo e romantico bistrot.

  • Prima però non potete rinunciare al momento

dell’aperitivo vi consigliamo N’Ombra De Vin, in Via San Marco 2, un locale storico, dove potrete sorseggiare un cocktail o un calice di vino.

Giorno 2.

  • Basilica di Sant’Ambrogio
  • Cenacolo Vinciano
  • Parco Sempione
  • Castello Sforzesco
  • Navigli

Dopo esservi riposati in uno dei nostri migliori appartamenti, alla Residenza Ascanio Sforza, la giornata alla scoperta della città inizia con una vera colazione all’italiana “cappuccio e brioche” in uno dei bar pasticceria più storici della città: la Pasticceria (1517 follower) in Corso di Porta Genova 1, a metà strada tra i Navigli e la Basilica di Sant’Ambrogio.

La Basilica di Sant'Ambrogio

La prossima imperdibile tappa per chi visita la città è proprio la chiesa dedicata al patrono della città che, edificata nel IV secolo, rappresenta uno degli esempi di stile romanico più belli che si possano trovare in Lombardia.

Poco distante da qui, trovate un’altra chiesa celebre per la sua storia. Santa Maria delle Grazie ospita nel refettorio il Cenacolo Vinciano, più comunemente conosciuto come Ultima Cena. Se volete ammirare questo capolavoro di Leonardo da Vinci, vi consigliamo di prenotare i biglietti in anticipo, magari direttamente online (per esempio QUI).

Uno dei simboli della città è sicuramente Parco Sempione, l’area verde nel cuore di Milano: vi consigliamo di attraversarlo, magari in bicicletta, e di arrivare fino al Castello Sforzesco, edificato nel Quattrocento da Francesco Sforza. Se volete fare un vero tuffo nella storia, vi consigliamo di prenotare una visita guidata per scoprire i musei ospitati nelle sue stanze e approfondirne la storia.

Piazza Castello nel cuore di Milano

Se dopo questa lunga seconda giornata volete rilassarvi davanti a uno dei cocktail più buoni della città, vi invitiamo a fare ritorno sui Navigli e a prendere posto al Rita (Via Angelo Fumagalli, 1). Qui la creatività incontra la tradizione, mixando i tantissimi ingredienti dei cocktail presenti in carta.

Il vostro tour di 48 ore a Milano non poteva concludersi meglio: con un brindisi a questa città magica, sempre in movimento, che sa regalare esperienze uniche a chi vuole conoscerla.

State già progettando il vostro prossimo weekend a Milano? Allora vi aspettiamo qui alla Residenza Ascanio Sforza.