Le migliori biblioteche di Milano

Anche d’estate Milano gode di una fervente attività culturale. Se durante il vostro soggiorno presso la Residenza Ascanio Sforza volete passare un pomeriggio diverso – e godervi anche un po’ di frescura– perché non scegliere uno dei luoghi di arte e cultura che più appartengono alla storia della metropoli? Oggi vi parliamo delle migliori biblioteche di Milano!

 

BIBLIOTECA CENTRALE COMUNALE
Corso di Porta Vittoria 6

Le migliori biblioteche di Milano

Iniziamo con la biblioteca Centrale Comunale (la famosa Sormani), situata nell’omonimo e antico palazzo, che vi sorprenderà per l’ampia dotazione di libri, periodici e audiovisivi.
Il luogo ideale dove trascorre un pomeriggio rilassante con la possibilità di poter usufruire del giardino di lettura situato nella parte posteriore del palazzo!

Vi segnaliamo, inoltre, che da fino al 13 luglio ci sarà la terza edizione di Sormani D’estate; otto appuntamenti che vi consentiranno di scoprire le più interessanti novità editoriali. Non solo libri: la rassegna sarà arricchita dalla presenza di attori e musicisti!

 

BIBLIOTECA DELLE BELLE ARTI DI BRERA
Via Brera, 28

Le migliori biblioteche di Milano

Una biblioteca ricca di storia, situata in una delle zone più affascinanti della città. La sua fondazione risale al 1778 quando Carlo Bianconi, il Segretario, cominciò a raccogliere libri, incisioni e stampe. Da allora è stata evidente l’importanza di una biblioteca d’arte rifornita, realizzata anche grazie a investimenti più recenti.

La struttura prevede anche nuovi locali dove sono custoditi molti materiali d’archivio; al piano interrato vi è la sezione dedicata all’arte contemporanea.

Un luogo davvero suggestivo dove dedicarvi a letture d’arte e di storia, o semplicemente gustarvi le bellezze architettoniche della sua struttura!

 

BIBLIOTECA NAZIONALE BRAIDENSE
Via Brera 28

Le migliori biblioteche di Milano

Citando la zona di Brera, includiamo tra le migliori biblioteche di Milano anche la Biblioteca Nazionale Braidense. Le sue sale sono intrise di storia: la biblioteca nacque quando la Congregazione di Stato per la Lombardia la donò al figlio dell’Imperatrice Maria Teresa d’Austria!
Fu proprio l’imperatrice, dopo aver considerato la mancanza a Milano di una biblioteca “ad uso comune”, ad aprirla al pubblico nel 1786, nel palazzo del Collegio gesuitico di Brera.

Successivamente, la Braidense acquisì la qualifica “Nazionale” nel 1880 che la riconosceva come una biblioteca di carattere generale, fornita di molti volumi in diversi ambiti. Lasciatevi suggestionare della ricchezza del suo archivio e dalle incantevoli sale lettura!

 

BIBLIOTECA AMBROSIANA
Piazza Pio XI, 2

Le migliori biblioteche di Milano

Fondata nel 1607 per volere dell’arcivescovo Federico Borromeo, oggi è un piccolo tesoro milanese noto in tutto il mondo.

Persuaso dall’idea che i “libri sono amici che ci possono arricchire quando ne abbiamo voglia” (parole del cardinale Agostino Valier), Federico decise di raccogliere una vasta quantità di manoscritti con le opere principali dei letterati e scienziati più noti dell’epoca.

Piccola curiosità: la storia della sua struttura rispecchia la volontà di trasformare Milano in una seconda Roma!

Andate a visitarla e scoprite anche la Pinacoteca Ambrosiana, il primo museo d’arte aperto al pubblico!

 

BIBLIOTECA COMUNALE CHIESA ROSSA
Via San Domenico Savio, 3

Le migliori biblioteche di Milano

Se cercate un’esperienza diversa dalle solite giornate spese tra le letture, perché non visitare la Biblioteca Chiesa Rossa?

Situata in una tipica cascina lombarda del Seicento, la biblioteca gode di ampie vetrate e di un’architettura che è stata mantenuta quanto più possibile simile all’originale.

La struttura interna è un connubio fra tradizione e modernità, e vi è anche un’area dedicata ai bambini e ai ragazzi.

Il luogo ideale per trascorrere un pomeriggio estivo fra relax e letteratura!

 

I luoghi dove poter soddisfare le vostre curiosità artistiche, storiche e letterarie sono molti e tutti facilmente raggiungibili dalla Residenza Ascanio Sforza. Non ci resta che augurarvi una buona lettura!